lunedì 12 aprile 2010

Corri in Abbruzzo...Aquila Onna ..nuovo pb..ma...senza gioia!

No...questa domenica ...cioè ieri non sono riscita a gioire per nulla.....Strana corsa ieri...stranissima ma come poteva essere altrimenti?? no..non poteva ..


Partenza Da Roma alle 7.30 in autobus con tutta la mia Società...la Roma 83..e già li l atmosfera non era splendida...uno perchè eravamo tutti assonnati e 2 perchè andavamo a fare questa GARETTA in un luogo dove ancora oggi TUTTI GLI AQUILANI E GLI ABITANTI LIMITROFI GAREGGIANO per vivere al disastro epocale che li ha colpiti il 6 aprile del 2009 .

Il tragitto  ...in autostrada faceva già intravedere l atmosfera.....barzellette raccontate con grande sforzo...risate fatte  con altrettanto sforzo ....non siamo riusciti a gioire della comicità di alcuni ...nulla
l arrivo all Aquila è stato davvero surreale . Conoscevo L Aquila avendo lavorato 7 anni in un paesino limitrofo come pediatra anni fa....mi son fatta una vera super gavetta...e ricordavo l Aquila una città viva ...ridente ,..... friccicosa ..nonostante il freddo e la neve che l ha sempre circondata... una conca splendida agli occhi di tutti.Avete presente quelle scene da film Western? in cui il protagonista col suo cavallo fa l ingresso nel villaggio deserto ...? dove anche il più misero dei saloon è chiuso? ugualeeeeeeeeee..stavamo entrando in un film....solo che quello visto ieri è cruda realtà  ..non un film alla Sergio Leone...no....case SVENTRATE ...casa dello studente vista dal vivo non era come quella vista in tv....un brivido mi ha attraversato la schiena..ero inorridita .....come se l Aquila fosse stata bombardata ..case squarciate ...abbandonate e deserte ...erano le 9 ...nessun aquilano in giro ...c eravamo solo noi a correre 2800 persone ...e nessun altro...
strana sensazione....per me....prima gara in cui non ero carica ,,,ne galvanizzata ...alla partenza scambiato un saluto con Ivana e Andrea...ma era palpabile in tutti una profonda tristezza ....
alle 11 15 si parte..sapevo della discesa iniziale....attraversato la ghiaia di Colle Maggio..chiesa meravigliosa ora imbracata di tutto punto e giù per la statale verso Onna...

il tempo non era molto freddo all inizio..si plumbeo...minacciava pioggia e infatti al 5 km eccola lì...mista a un vento fastidioso che sembrava volesse fermarci ..come per dirci...guarda...COSA CI è Capitato...e così è stato per me.......non ero per niente concentrata sulla gara e sul ritmo...anche se  al 1 km avrei voluto allungare ..ho frenato...ormai ho imparato a non spararmi tutte le forze all inizio...e cosi mi son mantenuta sul mio ritmo di 7 al km...sperando di arrivare VIVA al gonfiabile .....Al 7km  eccomi a Monticchio..prima salitina..il percorso un pò ondulato ...prevedeva piattume pieno a queste salitucce ...ho avuto voglia di fermarmi al 5 ..dove c era mia madre ( HO TRASCINATO ANCHE LEI  IN QUESTA PAZZIA..Lei ha fatto la passeggiata di 5 km) ...ma mi son detta con uno scatto d orgoglio: ENNO'...LA VOGLIO FINIRE ...e cosi è stato ....

L arrivo ad ONNA è stato terribile .... aver tagliato il traguardo e aver fatto il mio nuovo PB SUI 10 KM in 1 h  10' 13"...non mi ha regalato nessuna emozione...NESSUNA GIOIA...ma come potevo? appicciato al gonfiabile dell arrivo L ASILO DI NUOVA COSTRUZIONE DI ONNA ...dove riincontro La ANNA GIUNCHI che saluto...ma appiccicate alle nuove casette .....le case crollate...

che spettacolo ragazzi...eravamo tutti STRANI..con la faccia all in sù ...a guardare il disastro..tutti a fare foto..l ho fatte anch io..ma non le ho volute mettere sul blog...non eravamo allo zooo..no...ma immersi in una realtà cruda , brutta...dove la tristezza si tagliava a fette ....
Poi verso le 13 ..la pasta party...fila kilometrica per un pò di pasta...non ho visto gioire nessuno..no..nemmeno quelli che hanno vinto e fatto tempi strepitosi....ma come potevano????

IL ritorno a Roma mi ha visto cotta per la fatica..il freddo patito ...ma soprattutto mi son sentita avvolta da una GRANDE IMPOTENZA..chissà mai se questa città rinascerà...oggi l abbiamo vista davvero città fantasma.... noi nel nostro piccolo abbiam fatto qualcosa..ma  c è TANTO MA TANTO DA FAre..chissà....

tornata a casa son crollata..e stamattina credetemi ...non mi sento più come prima...figuriamoci i terremotati che non hanno più nulla .....
un bacio per Voi Tutti ...e buone corse
franci

7 commenti:

Francorre ha detto...

Un saluto triste, come le righe che hai messo giù. Ma nulla può spegnere la Speranza. La vostra corsa è stata sì una corsa tra le Macerie, ma anche un modo per far vedere la Verità e per far ripartire la Speranza.

Francarun ha detto...

imagino il tuo stato d'animo, ma hai fatto una cosa lodevole......Bravissima Francesca, onore a te, e a tutti quelli che hanno preso parte a questa manifestazione.

Marco Bucci ha detto...

L'importante era esserci, in quest'occasione piu' che mai.
Per quella gente veramente speciale, che conosco bene...
Brava.

the yogi ha detto...

con la vostra colorata presenza credo abbiate fatto la vostra parte... son situazioni al limite, è bene contenersi.....

Francescarun ha detto...

Per Franco...Franchina..MarcoB...e MarcoY : è stato molto difficile per me oggi lavorare....grazie per aver letto la mia gara di ieri......

Anna ha detto...

Francy, che bello esserci riviste, malgrado il contesto....

Francescarun ha detto...

c hai ragione Annna,,,dai torniamo al Cantinoneeeeeeeeeeeeeeee:)))))